Cos’è Google Display Advertising? Guida Completa

Le Campagne Avanzate di Google anche conosciute come Google Display Advertising, hanno ottenuto una notevole impostanza negli ultimi anni, grazie alle loro potenzialità.

Grazie a questa forma di Pubblicità Display, gli inserzionisti possono raggiungere nuovi clienti, aumentando la possibilità di far conoscere il proprio Brand, i prodotti ed anche aumentare il traffico sul Sito ed App.

Cos’è Google Display?

Google Display agevola notevolmente l’espansione pubblicitaria di un annuncio: questo tipo di Campagne Avanzate, sono costituite da un contenuto Grafico o Video che permette di promuovere un Sito, un prodotto o Brand ed anche un App.

Scopriamo cosa sono le Campagne di Google Display

A seguire un semplice Video realizzato da Google:

I Siti e App Partner di Google che ospitano gli spazi Display

Google infatti, grazie ad una serie di siti web partner, riesce a inserire la pubblicità che l’inserzionista ha creato nei suoi siti partner, in maniera che l’annuncio stesso possa essere visualizzato da un numero sempre maggiore di utenti che navigano sul web.

Un esempio classico di Rete Display di Google potrebbe essere la pubblicità, ritenuta da molti scomoda e fastidiosa, che viene lanciata prima dell’apertura di un video sul sito Youtube.

Quella pubblicità che spesso viene saltata da parte degli utenti appartiene alla rete display di Google, che avendo come partner Youtube, inserisce automaticamente i video pubblicitari prima dei video che si vogliono vedere.

Un altro esempio potrebbe essere rappresentato dai banner pubblicitari che si trovano ad esempio nei lati delle pagine di Google Gmail.

Un altro grande emosfero di spazi Display è caratterizzato dalle Milioni di App che vengono utilizzate ogni giorno.

Google Display quindi è formata da tantissimi siti partner: i suoi vantaggi sono diversi, prima tra tutti avere una maggiore visibilità sul web, mentre il secondo riguarda il fatto di poter scegliere i vari siti nei quali far apparire la propria inserzione, scegliendo quelli che si reputano più adeguati per il proprio annuncio.

Impostare adeguatamente la campagna sulla rete display di Google.

Da qui è possibile anche impostare e modificare come meglio crediamo la nostra pubblicità, in pochi e semplici passaggi. Importante, nella Scheda Rete Display è impostare il targeting di persone che dovrete raggiungere, impostando un’ottima parola chiave che riconduca, chi la ricerca, al vostro store virtuale, al vostro sito nei vari banner di Google.

Tutto ciò e molto altro ancora, poiché per riuscire a farsi notare sul web è opportuno anche selezionare la fascia d’età che vogliamo andare a “colpire” con la nostra pubblicità, a chi si addice il nostro prodotto? Anziani o giovani? Oppure il sesso, se maschile o femminile.

Queste sono tutte variabili che è possibile impostare direttamente dalla Scheda Rete Display.

Come Gestire Google Display attraverso Google ADS

Nelle precedenti versioni di Google ADS (Scopri la mia Consulenza Google ADS), la rete Display veniva gestita in un’area separata dedita ad abilitare sia nuovi annunci sia i target e la tipologia di campagna scelta.

Ovvero la possibilità di scegleire tra: Posizionamenti, Argomenti, Parole o Demografica. Nella nuova interfaccia di Google ADS, le cose non sono cambiate restano le funzionalità di sempre ma perfettamente integrate nell’interfaccia.

Questo permette di creare Campagne Avanzate sempre integrate tra ricerca display e remarketing.

Fonti:


Cosa sono i Posizionamenti in Google Display?

Scopriamo la differenza tra i Posizionamenti Automatici e Gestiti.

Quindi i posizionamenti della rete di Google Display sono veri e propri siti web, app, video che possono ospitare i tuoi contenuti grafici e video.

Questi Posizionamenti possono essere selezionati in automatico, sulla base di interessi specifici oppure gestiti singolarmente e in maniera del tutto manuale.

Google ADS, attraverso l’opzione di Targeting Contestuale, determina i posizionamenti automatici in cui pubblicare gli annunci.

posizionamenti display adwordsGestire un modo autonomo i posizionamenti permette di aumentare o diminuire la frequenza di pubblicazione degli annunci, ed inoltre potrai anche escludere quei posizionamenti che ne tempo risultano poco performanti.

Posizionamenti Automatici

Termine utilizzato nei rapporti di Google ADS per indicare le pagine web, i video e le app sulla Rete Display in cui gli annunci vengono mostrati automaticamente in base al targeting selezionato.

A differenza dei posizionamenti gestiti, ovvero le pagine web, video e app che selezioni appositamente affinché pubblichino i tuoi annunci, i posizionamenti automatici vengono definiti in base ad altri metodi di targeting che utilizzi, quali parole chiave o argomenti.

Come funzionano i posizionamenti automatici:

  • Se utilizzi campagne di tipo “Solo Rete Display” o “Rete di ricerca con selezione Display” oltre a un metodo di targeting alternativo ai posizionamenti gestiti, i tuoi annunci potranno essere pubblicati automaticamente sui siti web della Rete Display. Queste pubblicazioni saranno conteggiate come posizionamenti automatici nella tabella delle statistiche della scheda Posizionamenti.
  • Se non desideri che gli annunci vengano pubblicati nei posizionamenti automatici, puoi utilizzare esclusivamente il targeting con i posizionamenti gestiti. Aggiungi i posizionamenti gestiti al tuo gruppo di annunci e lascia invariata l’impostazione predefinita del targeting “Targeting e offerta” per mostrare i tuoi annunci solo sui siti web che preferisci.

Posizionamenti Gestiti

Scegliendo il targeting per Posizonamenti Gestiti, è possibile scegliere tra Siti Web, Video su Youtube, e Milioni di App dove pubblicare i tuoi annunci. A differenza dei Posizionamenti Automatici dove è Google ADS a decidere dove pubblicare in base alla scelta di Lingua e Geolocalizzazione.

  • I posizionamenti gestiti sono una funzione avanzata che può aiutarti a controllare meglio dove vengono pubblicate le tue inserzioni.
  • Puoi sfruttare i posizionamenti gestiti se esegui campagne “Solo Rete Display” e “Rete di ricerca con selezione Display”.
  • Puoi decidere di impostare un budget di offerta per ogni singolo sito o app.

Fonte: Posizionamenti Display


Articolo Scritto da Antonio Giannella nel Marzo 2013 aggiornato nel Settembre 2020


Autore: Antonio Giannella
Esperto in attività di Web Marketing, nello specifico attività di SEO e Search Advertising. Partner di Google in Italia. Consulente SEO per Ecommerce, lavoro dal 2006 con importanti aziende che operano online nei settori: Arredamento, Viaggi, Editoria, Politica, Trading, Salute, Stampa, Moda, Ho.re.ca.